Università degli Studi di Genova Servizi agli Studenti Disabili

NORMATIVA

In questa sezione sono elencate alcune fra le principali fonti normative, nazionali e internazionali, relative alla disabilità ed ai disturbi specifici di apprendimento. Alcuni collegamenti rimandano a documenti in formato PDF (Portable Document Format) prodotti da entità esterne al Settore studenti disabili e studenti con DSA e dei quali, pertanto, non è possibile garantire la piena accessibilità.

Fonti normative: disabilità

  • Decreto legislativo 29 marzo 2012, n.68 “Revisione della normativa di principio in materia di diritto allo studio e valorizzazione dei collegi universitari legalmente riconosciuti, in attuazione della delega prevista dall’articolo 5, comma 1, lettere a), secondo periodo, e d), della legge 30 dicembre 2010, n. 240, e secondo i principi e i criteri direttivi stabiliti al comma 3, lettera f), e al comma 6″
  • Legge 3 marzo 2009, n. 18 “Ratifica ed esecuzione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, con Protocollo opzionale, fatta a New York il 13 dicembre 2006 e istituzione dell’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità”.
  • Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità. Scarica il testo della convenzione.
  • Legge 9 gennaio 2004, n. 4 “Disposizioni per favorire l’accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici”.
  • Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 aprile 2001 “Uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari, ai sensi dell’articolo 4 della legge 2 dicembre 1991, n. 390″.
  • Decreto del Presidente della Repubblica 10 ottobre 2000, n. 333 “Regolamento di esecuzione per l’attuazione della legge 12 marzo 1999, n. 68 recante norme per il diritto al lavoro dei disabili”.
  • Legge 12 marzo 1999, n. 68 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili”.
  • Legge 28 gennaio 1999, n. 17 “Integrazione e modifica della legge-quadro 5 febbraio 1992, n. 104, per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate”.
  • Legge 21 maggio 1998, n.162 “Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 104, concernenti misure di sostegno in favore di persone con handicap grave”.
  • Legge 5 febbraio 1992, n. 104 “Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate”.

Fonti normative: disturbi specifici di apprendimento

Iscrizioni per l’Anno accademico 2016/2017

Prove di ammissione ai corsi di studio a programmazione locale e nazionale e ad accesso libero anno accademico 2016/2017

————————————-

1.    Informazioni per le prove di ammissione ai corsi di laurea e di laurea magistrale a ciclo unico ad accesso programmato nazionale a.a. 2016/2017- Nota MIUR prot. n. 18796 del 2/08/2016

Linee guida per lo svolgimento delle Prove di ammissione ai corsi di laurea e di laurea magistrale a ciclo unico di cui ai DD.MM. 30 giugno 2016, n.546 e 14 luglio 2016, n.572

“… omissis …
Studenti con disabilità o affetti da disturbi specifici dell’apprendimento
Al fine di assicurare a tali studenti le condizioni adeguate di svolgimento della prova e la fruizione dei tempi aggiuntivi agli aventi diritto per lo svolgimento della stessa, si ricorda che è necessario individuare modalità organizzative e logistiche (es: aule dedicate) che consentano ai candidati di svolgere la prova con la necessaria tranquillità e concentrazione.
I candidati con certificazione ex lege 104/1992 e i candidati affetti da disturbi specifici dell’apprendimento hanno diritto:
- a tempo aggiuntivo rispetto a quello previsto per lo svolgimento della prova (i candidati con certificazione ex lege 104/1992 nella misura massima del 50% e solo se ne formulino specifica richiesta; i candidati affetti da disturbi specifici dell’apprendimento sempre nella misura del 30% di tempo aggiuntivo, a prescindere da specifica richiesta)
- a strumenti compensativi ulteriori necessari in ragione della specifica patologia. Sono strumenti compensativi ammessi: calcolatrice non scientifica; videoingranditore; affiancamento di un tutor. Non sono ammessi i seguenti strumenti: dizionario e/o vocabolario; formulario; tavola periodica degli elementi; mappa concettuale; personal computer/tablet/smartphone/
….omissis…”

2.   Per i corsi a programmazione locale a.a. 2016/2017

Per i corsi a programmazione locale le linee di indirizzo generali si orientano, per quanto concerne i candidati con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento, verso l’adesione alle disposizioni valide per i corsi a programmazione nazionale di cui alla nota MIUR  prot. n. 18796 del 2/08/2016,  ferma restando l’autonomia delle singole commissioni nell’assumere motivate decisioni specifiche.

3.   Per i corsi ad accesso libero a.a. 2016/2017

Per quanto concerne le verifiche della preparazione iniziale valgono le determinazioni previste da ciascun corso di studio.

N.B.:

OVVIAMENTE I SERVIZI ATTIVABILI DEVONO ESSERE PREVENTIVAMENTE RICHIESTI DALLO STUDENTE, NELLE ADEGUATE MODALITA’ PREVISTE UNITAMENTE ALLA PRESENTAZIONE DI IDONEA E VALIDA CERTIFICAZIONE DI DISABILITA’, INVALIDITA’, DSA

———————————————————————————————————————————————–

Struttura per i Servizi agli Studenti Disabili. Via Bensa, 1 - 3° piano, Genova. Tel. 010 209.51964. Contatti. Accessibilità.